Chiudi
Il nostro sito web utilizza cookies per fornirti una migliore esperienza. Utilizzando Bookolico, accetti l'utilizzo dei cookies secondo le modalità descritte nella nostra Privacy policy
LIBERA LA TUA PASSIONE. LEGGI SENZA LIMITI. INIZIA A LEGGERE ORA! Costa solo 4,99€ al mese

SCARICA L'APP DI BOOKOLICO

Bookolico è la prima piattaforma italiana per la lettura di ebook in streaming: paghi un abbonamento mensile e leggi tutti i libri che vuoi, senza limiti.

Scopri subito Bookolico!

picture
picture

LEGGI CON I TUOI AMICI

Condividi le tue letture con gli amici, consiglia e fatti consigliare il prossimo libro da leggere. Segui i tuoi autori ed editori preferiti, per restare sempre aggiornato sulle novità.

IN QUESTO MOMENTO SU BOOKOLICO SI STA SFOGLIANDO

Le stanze dei fantasmi
Cosa fa di un libro un libro di successo? Nemmeno i più geniali matematici sapranno scovare un'equazione che descriva in modo assoluto il perfetto bestseller. Di certo, col senno di poi, sappiamo cosa fece di queste storie assemblate magistralmente un grande successo: otto grandissimi scrittori idolatrati dai lettori, un concept molto originale per l'epoca, una casa infestata, il Natale, la perfetta regia di Charles Dickens.In una vecchia casa di campagna Joe e Patty decidono di invitare un gruppo di amici per vivacizzare le loro giornate. Una coppia affiatata, un giovanotto brillante, una femminista convinta, un ex marinaio col suo compagno di avventure e un avvocato di successo rispondono all’invito, e finiscono per partecipare a un singolare “ritiro” in una classica location alla Poe: una villa isolata e popolata di presenze dall’oltretomba. Vivranno per tre mesi insieme, lontani dal mondo, avendo la possibilità di scoprire quale fantasma abita la loro stanza (e la loro vita), senza mai farne parola. Soltanto alla fine, in quella che sarà chiamata la Dodicesima Notte, si riuniranno per raccontarsi ciò che hanno visto e udito, come in un inquietante Decameron. Regista dell’esperimento, un gradino di consapevolezza più in alto degli altri, è Joe, alter–ego dello stesso Dickens. Le stanze dei fantasmi è un modernissimo romanzo a cornice, che inanella una serie di storie pubblicate su «All the Year Round» nel 1859, a cura di Charles Dickens. Con la sua consueta ironia ai limiti della satira e con il pretesto degli spettri, il più famoso scrittore vittoriano compone un nutrito campionario delle fobie e delle nevrosi dei suoi contemporanei. Scorrono sulle pagine le composizioni di otto tra i più famosi e abili scrittori dell’epoca, ciascuno impegnato nello stile che gli è più congeniale, a tracciare armonicamente le linee di contorno degli ambienti in cui i personaggi e i loro fantasmi prendono vita.
Le stanze dei fantasmi
Amnésie à Paris
Claudio è un giovane docente italiano che vive a Parigi, città che non ama, per stare vicino a Javier, il suo compagno. Un giorno, però, perde la memoria e si ritrova spaesato in un presente che non riconosce. Una sera, stanco della sensazione d’ansia che lo attanaglia ormai da un mese, si rifugia in un bar. Quando Javier lo trova, percepisce il suo profondo dolore e decide di portarlo in giro per la città, raccontandogli momenti diversi della loro storia. Come un pittore che, dipingendo la tela, svela l’oggetto del dipinto pennellata dopo pennellata, anche Javier rivela la loro vita, tappa dopo tappa, mostrando a Claudio i momenti belli e anche quelli più dolorosi. Durante quella notte magica, passeggiando per Parigi, Claudio riscopre il suo uomo, spogliandolo di tutta la diffidenza che fino ad allora lo aveva avvolto.
Amnésie à Paris
Don Chisciotte della Mancia
Don Chisciotte viene universalmente considerato il primo romanzo moderno. Una satira brillante che racconta le avventure - e le disavventure - di don Chisciotte, anziano gentiluomo di campagna, e Sancio Pancia, contadino e scudiero. Il capolavoro di Cervantes ha riscosso un successo enorme, è stato tradotto in tutte le lingue moderne ed è stato stampato in centinaia di edizioni diverse. Dal Don Chisciotte sono stati tratti film, poemi sinfonici, opere teatrali e, recentemente, anche CDROM e siti Internet.
Don Chisciotte della Mancia
Riso Docet
Ridere è la nostra emozione positiva più potente, qualcosa di irregolare e sovversivo che permea ogni aspetto della nostra quotidianità, per ribaltarla e mostrarcela in una visione del tutto nuova. E’ pertanto la risorsa più disponibile nella nostra natura sociale, ed è pressoché inesauribile, per il fatto che in qualsiasi cosa si può trovare il suo lato comico … basta solo scovarlo! Viaggio nell’affascinante e divertente mondo della risata e dell’umorismo, alla scoperta dei suoi segreti, dei suoi meccanismi, dei suoi messaggi e delle potenzialità della sua applicazione alla vita di tutti i giorni. Prefazione a cura del prof. Mario Morcellini, preside della facoltà di comunicazione alla Sapienza di Roma ed esperto di comunicazione digitale.
Riso Docet
I dieci passi
Mafia, legalità, società, informazione, soldi, dovere. Questi e altri termini fanno sempre più parte del dibattito mediatico e del nostro vocabolario, e dare un senso alle parole è una questione di vitale importanza. Per tutti, tutti i giorni. A farlo, con dieci parole chiave che formano il percorso evocato dal titolo, ci prova una coppia inusuale, quella formata da un giudice palermitano, Mario Conte, e da un giornalista sportivo milanese, la voce del basket italiano, Flavio Tranquillo. Partendo da un’amicizia cementata dalla comune passione per lo sport e l’antimafia che va ben al di là dei rispettivi ambiti professionali, il libro prende le mosse da un processo, celebrato dal giudice Conte, in cui alla sbarra sono finiti estortori e favoreggiatori di Cosa Nostra. Dallo specifico processuale il discorso si allarga su altri mondi, a partire dalla magistratura e dall’informazione per arrivare alla vita quotidiana e alla società civile. L’idea è quella di porre le basi per un’antimafia che deve coinvolgere tutti nel nome della legalità, del senso del dovere e della responsabilità individuale, nella convinzione che coinvolgere tutti nella battaglia contro questa «malapianta» da estirpare sia l’unica maniera di fare non solo dieci, ma cento passi avanti. Con una prefazione di Sergio Lari
I dieci passi
Il modo giusto di sbagliare
Houdini, l’illusionista; l’uomo che evadeva dalle prigioni e si liberava da ogni catena; l’attrazione che ai suoi spettacoli richiamava migliaia di persone… Ma Houdini era molto altro: un collezionista di libri, un amante della scrittura, un acuto osservatore della realtà. Il modo giusto di sbagliare racconta anche questo: da una parte una serie di pezzi in cui il re degli illusionisti svela i trucchi di alcuni colleghi e sfida tutti coloro che cercavano di imitarlo. Dall’altra smaschera i trucchi usati da borseggiatori, taccheggiatori e truffatori con i quali spesso si confrontava per carpirne gli ingegnosi artifici. Oltre ad alcuni consigli per gli addetti ai lavori, il libro racconta le fughe più rocambolesche, le illusioni più straordinarie e le sfide, sempre vinte, con gli altri illusionisti. Nella prefazione Lorenzo «Jovanotti» scrive: «È il libro di un mago. Un mago nel senso popolare del termine, uno che sa fare una cosa benissimo. Ci sono maghi calciatori, maghi ballerini, maghi scrittori, maghi meccanici, maghi elettricisti… Si dice sempre: quello è un mago. Houdini era un mago a fare le sue magie».
Il modo giusto di sbagliare

BOOKOLICO IN CINQUE PUNTI

CERCA

Vai alla ricerca del prossimo libro da leggere

NAVIGA

Scopri le nostre ultime proposte

COLLEZIONA

Tieni aggiornata la tua libreria e porta sempre con te i libri che ti emozionano

RACCONTA

Condividi le tue passioni, votando e commentando i libri

SEGUI

Resta aggiornato sull’attività dei tuoi amici, autori ed editori preferiti


PASSA ORA A PREMIUM

Migliaia di libri, sempre con te, in promozione a 4,99€ al mese!

Leggi tutti i libri che vuoi, crea la tua libreria personale e leggi anche quando sei offline direttamente dal tuo iPad.