Chiudi
We use cookies to improve your experience on this website. By continuing to browse our site you agree to our Privacy policy.
UNLEASH YOUR PASSION. READ WITHOUT LIMITS.

REQUEST YOUR INVITATION

Bookolico is the first Italian platform for ebooks streaming reading: buy a subscription and read all the books you like without limits!

Try our service now!

picture
picture

READ WITH YOUR FRIENDS

Share what you are reading with your friends, give them your feedbacks and ask for their suggestions about the next book that you could read. Follow your favorite authors and publishers and keep yourself updated on latest releases.

BOOKS BEING BROWSED THROUGH NOW ON BOOKOLICO

Il club delle cattive ragazze
Un book club molto tranquillo. Delle letture molto piccanti…Un romanzo divertente, sfrontato, deliziosamente peccaminoso. Include i consigli di letteratura erotica del Book club del Café Crumb
Il club delle cattive ragazze
Editing
Editare significa “rivedere (un testo) per la stampa; fare l'editing di”. E si dice spesso che l'editing possa fare (o disfare) la riuscita di un testo. Ma di cosa si tratta, nello specifico? E che lavoro esattamente svolge un editor? Questo volumetto ci spiega come, concretamente, l'editing può aiutarci a migliorare la nostra opera, aiutandoci a illuminare i tranelli insiti nel testo ed evidenziare i suoi punti di forza. Scrivere infatti non è solo ortografia o ispirazione: è un mestiere. E se vuoi imparare a scrivere i maestri sono importanti! Per questo Feltrinelli, in collaborazione con Scuola Holden, ha creato Zoom Academy: piccoli eBook che accompagnano chi ama scrivere alla scoperta dei ferri del mestiere: per riuscire a trascrivere il proprio cuore e la propria mente nero su bianco.
Editing
La peste dell’anno uno
“Il Mondo, M maiuscola, là fuori, è andato. Niente più telefoni cellulari, auto, internet, etc. Doveva accadere, un giorno o l’altro, e alla fine è accaduto. Niente più Homo sapiens sapiens. O qualsivoglia imitazione del medesimo. Apocalisse pandemica: ben oltre AIDS, SARS, Ebola e ben al di là di qualsiasi catastrofica escatologia. A tutti gli effetti, la Sesta Estinzione è già una realtà, forse lo è sempre stata. Eppure qualcuno, rintanato tra meandri di tenebra, continua a combattere una guerra senza fine. Un padre duro come l’acciaio, una figlia incerta come il giunco. In questo rapporto inevitabilmente claustrofobico, intrinsecamente in bilico, non cessano di riflettersi tutte le contraddizioni della nostra (non)società. Una società che, semplicemente, ha cessato di esistere. Almeno fino quando, in una feroce e ferale ossessione di sopravvivenza, attraverso una Gehenna tutta spirituale, specchio oscuro dell’apocalisse cosmica, non arriva a insinuarsi una diversa peste, molto più distruttiva, molto più letale. La peste del dubbio. Un apologo allucinato e allucinatorio, nero come l’inferno sotterraneo che strangola i due protagonisti. La ricerca disperata di una via di uscita, qualsiasi possa essere. Un gioiello della narrativa underground, in tutti i sensi.” (Alan D. Altieri)
La peste dell’anno uno
Quindici giorni di novembre
Fra una poesia di Pessoa e il sax di Chat Beker, una striscia di Mafalda e una scena de "Il terzo uomo", il detective Ricardo Blanco, a quarantaquattro anni, ha fatto fronte ai disastri della sua vita aprendo un'agenzia investigativa a Las Palmas. È sopravvissuto a due accoltellamenti, a una lunga serie di donne che l'hanno mollato e al caldo infernale di Gran Canaria. Almeno fino al primo di novembre, quando una donna, bella e ricca, entra nel suo studio per chiedergli di indagare sul presunto suicidio del compagno e futuro marito. Negli ambienti dei “figli di papà” dell’isola, dominati dalla menzogna e dall'invidia, Blanco, rischia più volte la pelle, tra storie di sesso, gelosie e lo spettro dell’aids, ma alla fine giunge alla verità; lo fa con intuito, ironia, e qualche caduta di stile - di quelle che Sam Spade non avrebbe mai fatto - ma del resto questa è Las Palmas, mica San Francisco.
Quindici giorni di novembre
Seppellitemi dietro il battiscopa
Saša ha nove anni ma è destinato a “marcire” prima di averne sedici, secondo la profezia della nonna, la furibonda Nina Antonovna. Non può sudare, togliersi la calzamaglia di lana ruvida, tirare l’acqua nei gabinetti pubblici: ci sono in agguato stafilococchi aurei e bronchiti recidive, come sentenzia la nonna. Da quando sua madre si è innamorata di un pittore basso e squattrinato, il “nano succhiasangue”, Saša è finito sotto la tutela di Nina Antonovna, che lo ama ma lo ricopre di cure ossessive e insulti – mentre lui sogna le rare visite della madre e custodisce in una scatola segreta tanti piccoli tesori che vengono da lei, una “biglia-mamma” e un chewing-gum masticato. Saša ci racconta questa tragicomica infanzia senza innocenza nella Russia degli anni ’70, in un irresistibile romanzo d’esordio divenuto un libro di culto per molti ex bambini sovietici.
Seppellitemi dietro il battiscopa
La bicicletta volante
La Palermo dei primi anni novanta, dove, accanto alla decadente magnificenza delle ville gattopardesche brulica l’infima miseria dei ghetti, tra il degrado e l’oppressione, la prostituzione e l’incesto. Poi l’approdo alla terra promessa della ricca Milano del nuovo millennio, che diventa speranza di rinascita, fede nel riscatto, ma anche il luogo dove i fantasmi del passato riaffiorano intatti, ancora più subdoli e minacciosi.La lettera d’amore di Gaspare Traina al proprio figlio Salvatore apre un baratro sulla storia italiana degli ultimi venti anni, sugli intrecci tra mafia e politica, sul rapporto fra il riciclaggio del denaro e gli affari nella sanità. Una lettera che diventa il racconto di una saga familiare intrisa di passione e paura, di disperazione e gioia di vivere, dove la primitiva semplicità del gioco del calcio si fa metafora di un’utopia possibile, di uno slancio vitale attraverso cui tentare di sfuggire a un sistema tentacolare. Un romanzo dalla narrazione avvincente, in cui, nella trama come nello stile, l’alto e il basso si mescolano fino a confondersi, non più distinguibili e fra loro complementari. Come nella vita. In appendice, un breve dizionario (per lettori non palermitani), dedicato alla spiegazione etimologica e storica di alcuni termini dialettali utilizzati nel romanzo.
La bicicletta volante

BOOKOLICO IN 5 POINTS

SEARCH

Look for the next book to read

BROWSE

Find out our latests releases

COLLECT

Keep your library updated and bring books you love always with your

TELL ABOUT YOU

Share your taste by rating and commenting books

FOLLOW UP

keep yourself updated on your friends’ and favorite authors and publishers’ activities


GET YOUR INVITATION

In this moment, 150 readers are testing our app for iPad in advance.
You wanna be among our first users? Ready for a new reading experience?

Try Bookolico now

email Request your invitation